Massimiliano Fuksas Nasce a Roma nel 1944, dove si laurea in architettura all’Università La Sapienza nel 1969. Immediatamente crea il suo studio romano, al quale seguono nel 1989 e nel 1993 rispettivamente quelli di Parigi e Vienna. Produce in molteplici campi dell’architettura e riceve commesse prestigiose, pubbliche e private in tutto il mondo. Parallelamente svolge un’intensa attività seminariale ed editoriale, con interventi in diversi campi delle arti visive. Nel 1998 gli viene conferito il premio alla carriera “Vitruvio international a la Trayectoria” a Buenos Aires e dal 1998 al 2000 è direttore della VII Biennale Internazionale di architettura per la Biennale di Venezia. Il suo lavoro è riconosciuto a livello internazionale per la creatività e la forza innovativa che esprime nelle tecniche e nelle soluzioni. continua
Vittorio Gregotti Architetto, urbanista, professore, saggista, giornalista: a dispetto dei suoi quasi ottant’anni di età e di una carriera lunga e prestigiosa, Vittorio Gregotti resta al centro dell’attenzione per la passione e la vitalità con la quale lavora a progetti importanti in varie parti del mondo e partecipa al dibattito culturale. continua
Antonio Citterio Architetto e designer italiano (Compasso d'Oro nel 1987 e nel 1994). Alcune sue opere fanno parte dell'esposizione permanente del MoMA e del Centro Georges Pompidou di Parigi. continua
Matteo Thun Architetto e designer, è da tempo impegnato in un percorso di ricerca che unisce la valorizzazione dell’individuo in sintonia con l’ambiente naturale. I suoi progetti costituiscono un punto di riferimento nella riflessione professionale e culturale sul rapporto tra forma e materiali, unendo una forte carica creativa con il rispetto delle origini e delle tradizioni. continua
Mario Botta Nato a Mendrisio nel 1943, ha studiato a Lugano, Milano e Venezia, dove inizia a lavorare per Le Corbusier e Louis. I. Kahn. Dal 1970 apre un proprio studio a Lugano. Le sue prime costruzioni sono caratterizzate da un’intensa ricerca progettuale che si verifica in numerose realizzazioni in tutto il mondo. Da allora svolge anche una intensa attività didattica, in Europa, Asia, Stati Uniti e America Latina. Nel 1976 è nominato professore presso il Politecnico di Losanna e nel 1987 presso la Yale school of Architecture a New Haven, USA. Il suo lavoro ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti e premi, fra cui il prestigioso “Merit Award” del Museo d’Arte Moderna di San Francisco. Numerose sono le mostre dedicate alla sua ricerca. continua
Richard Meier Archietto statunitense. Nel 1984 è il più giovane architetto ad aver vinto il Pritzker Prize. Tra i più importanti edifici a lui commissionati: il Getty Center di Los Angeles e l'High Museum of Art di Atlanta. continua
Tadao Ando Architetto giapponese con un'approccio approccio all'architettura che richiama i principi dell'estetica minimalista. continua
Zaha Hadid Architetto e designer iracheno. Premio Pritzker e Premio Stirling (nel 2004, 2010 e 2011), è ideatrice di edifici tipicamente futuristi, caratterizzati da forme curve e potenti delle sue strutture allungate. continua
Daniel Libeskind Architetto statunitense, tra i principali esponenti del decostruttivismo. Tra le opere realizzate: il museo ebraico di Berlino e il One World Trade Center (Freedom Tower) a New York City. continua